Archivio mensile:dicembre 2015

Cosa fare in caso di volo cancellato

Tutti prima poi potranno imbattersi in un volo cancellato improvvisamente o in un lungo ritardo, ma non tutti sanno però che si può chiedere un rimborso alla compagnia aerea in caso di cancellazione di un volo.
Il rimborso fa parte dei diritti del passeggero regolato da una legge Europea che prevede rimborsi in caso di annullamento di volo o di lunghi ritardi.
Il rimborso può essere richiesto anche per tragitti brevi sotto i 1500 km in questi casi il rimborso è pari a 250€.
In caso di ritardo invece se si superano le 5 ore, i passeggeri possono decidere di non partire più, e devono essere riportati indietro, ovviamente tutto a carico della compagnia aerea scelta.
La normativa Europea a riguardo la legge 261/2004 prevede anche un risarcimento per il cibo e una assistenza immediata.

Il rimborso può essere richiesto per tutti i voli di linea comunitari annullati, le compagnie aeree non hanno nessun obbligo di rimborso verso il passeggero quando si tratta di voli gestiti da compagnie non comunitarie, per tutti i voli gratis o con tariffe ridotte speciali, per i dipendenti o dei tour operator, se viene negato l’imbarco per motivi di sicurezza o salute o se per esempio il volo è cancellato per degli scioperi improvvisi.
Le compagnie aeree hanno degli obblighi anche in caso di ritardo nei confronti dei passeggeri, il rimborso scatta nei voli con almeno due ore di ritardo e pari o inferiori ai 1500 km di distanza.
Per i voli che comprendono una distanza superiore ai 1500 km fino ai 3500 km il ritardo deve comprendere minimo 3 ore, per tutti i voli superiori ai 3500 km il ritardo deve essere almeno di 4 ore, pochissimi sanno che se si arriva a destinazione con oltre 3 ore di ritardo si può richiedere una compensazione pecuniaria.Se si tratta di compagnie aeree famose, tutte le informazioni per la richiesta di rimborso vengono fornite dettagliatamente in aeroporto stesso, senno riempite un modulo di reclamo online sul sito della compagnia.
Se la compagnia non risponde al vostro reclamo entro un massimo di 5 settimane rivolgetevi al vostro legale di fiducia, i costi che affronterete alla fine saranno tutti risarciti dalla compagnia aerea anche se ci vorrà un bel po di tempo, esistono anche delle agenzie apposite che si occupano di pratiche di rimborsi che generalmente il loro compenso va dal 20% al 25% del totale dell’intero risarcimento ricevuto dalla compagnia aerea in questione.