Archivi categoria: Viaggio

Cosa fare in caso di volo cancellato

Tutti prima poi potranno imbattersi in un volo cancellato improvvisamente o in un lungo ritardo, ma non tutti sanno però che si può chiedere un rimborso alla compagnia aerea in caso di cancellazione di un volo.
Il rimborso fa parte dei diritti del passeggero regolato da una legge Europea che prevede rimborsi in caso di annullamento di volo o di lunghi ritardi.
Il rimborso può essere richiesto anche per tragitti brevi sotto i 1500 km in questi casi il rimborso è pari a 250€.
In caso di ritardo invece se si superano le 5 ore, i passeggeri possono decidere di non partire più, e devono essere riportati indietro, ovviamente tutto a carico della compagnia aerea scelta.
La normativa Europea a riguardo la legge 261/2004 prevede anche un risarcimento per il cibo e una assistenza immediata.

Il rimborso può essere richiesto per tutti i voli di linea comunitari annullati, le compagnie aeree non hanno nessun obbligo di rimborso verso il passeggero quando si tratta di voli gestiti da compagnie non comunitarie, per tutti i voli gratis o con tariffe ridotte speciali, per i dipendenti o dei tour operator, se viene negato l’imbarco per motivi di sicurezza o salute o se per esempio il volo è cancellato per degli scioperi improvvisi.
Le compagnie aeree hanno degli obblighi anche in caso di ritardo nei confronti dei passeggeri, il rimborso scatta nei voli con almeno due ore di ritardo e pari o inferiori ai 1500 km di distanza.
Per i voli che comprendono una distanza superiore ai 1500 km fino ai 3500 km il ritardo deve comprendere minimo 3 ore, per tutti i voli superiori ai 3500 km il ritardo deve essere almeno di 4 ore, pochissimi sanno che se si arriva a destinazione con oltre 3 ore di ritardo si può richiedere una compensazione pecuniaria.Se si tratta di compagnie aeree famose, tutte le informazioni per la richiesta di rimborso vengono fornite dettagliatamente in aeroporto stesso, senno riempite un modulo di reclamo online sul sito della compagnia.
Se la compagnia non risponde al vostro reclamo entro un massimo di 5 settimane rivolgetevi al vostro legale di fiducia, i costi che affronterete alla fine saranno tutti risarciti dalla compagnia aerea anche se ci vorrà un bel po di tempo, esistono anche delle agenzie apposite che si occupano di pratiche di rimborsi che generalmente il loro compenso va dal 20% al 25% del totale dell’intero risarcimento ricevuto dalla compagnia aerea in questione.

Raggiungi l’Albania con semplicità non rinunciare alla comodità

Affacciata sulle propaggini meridionali del Mare Adriatico, l’Albania è un Paese che, negli ultimi anni, ha notevolmente aumentato il suo richiamo turistico nei confronti degli italiani. Tanti i fattori che giocano a suo vantaggio, primo tra tutti la vicinanza e l’economicità del viaggio e del soggiorno.

Sicuramente, la maniera migliore per sfruttare al massimo queste caratteristiche favorevoli, è organizzare il viaggio utilizzando il traghetto per l’Albania. La vicinanza alle coste italiane, infatti, consente di effettuare traversate di durata non eccessiva (la più breve, da Brindisi a Valona, dura circa 7 ore e mezza), sbarcando direttamente nel cuore delle città più importanti e potendo iniziare fin dalle prime ore dopo l’arrivo la propria vacanza. Utilizzare il traghetto, inoltre, permette di portare con sé la propria autovettura, risparmiando su eventuali costi di noleggio e ottimizzando i tempi a disposizione per godersi il mare e il relax.


Analogamente, chi viaggia portando con sé animali domestici, con il traghetto è sicuro di non avere problemi o restrizioni; così come può stare tranquillo anche per quel che riguarda i bagagli, non essendoci alcun limite di peso per le valigie.
Per quanto riguarda il ventaglio delle proposte di viaggio, dall’Italia ci sono diverse compagnie che effettuano il collegamento con le coste albanesi. Tra i nomi principali si possono citare l’Adria Ferris, la Red Star Ferries, l’European Seaways e la Ventouris Ferries. Quattro sono anche i possibili, diversi, porti di partenza: in Puglia, le città da cui salpare sono Bari (con arrivo a Durazzo) e Brindisi (collegata a Valona), risalendo più a nord, sono previste partenze da Ancona e da Trieste, entrambe con approdo a Durazzo. Le tratte con partenza da Bari e Brindisi sono coperte giornalmente, mentre da Trieste e Ancona ci sono più traghetti a settimana ma non tutti i giorni.
Per quanto riguarda i prezzi, molto dipende dal punto di partenza e dalla sistemazione, oltre che dalla presenza o meno dell’autovettura. Indicativamente, si può partire dalle 50 euro (più tasse) a persona, per il viaggio di sola andata in bassa stagione. Tante le offerte che vengono praticate per le famiglie e per chi prenota con molti mesi di anticipo rispetto alla partenza.

Vacanza da favola ad Ibiza

In cima alla lista dei desideri di un numero in costante crescita di turisti c’è sicuramente Ibiza, una località dove è facile perdersi tra forti emozioni e tanto svago. Stilare un elenco delle cose da fare sulla magnifica isola del Mediterraneo è un’impresa davvero difficile perché Ibiza è un contenitore inesauribile di spiagge, mare, locali, discoteche e divertimento. Uno dei fiori all’occhiello della gettonata località spagnola sono le favolose spiagge. Alcune, come quella di Cala Codolar, è un angolo naturalistico molto bello, con un fondale marino incantevole. Il suo aspetto selvaggio la rende ancora più affascinante. Poco distante dalla città troviamo la lunghissima spiaggia di Talamanca, caratterizzata dalla splendida sabbia bianca e fine. Una spiaggia dotata di molteplici servizi e anche per questo particolarmente adatta alle famiglie. Inoltre, nei dintorni della spiaggia di Talamanca spiccano numerose ville dotate di tutti i tipi di comfort e dove poter trascorrere un piacevolissimo soggiorno.

Ma Ibiza è anche il tempio del divertimento per via della sua movimentata movida. Tantissimi locali tra discoteche, pub e club, ragioni per cui i turisti non possono lasciare l’isola prima di aver trascorso qualche serata alla scoperta della movida spagnola più celebre. Da queste parti ci sono discoteche tra le più conosciute del mondo, dove respirare un’atmosfera unica.

Per tutta l’estate si susseguono divertenti serate musicali e questi locali megagalattici diventano punti di incontri di numerosissimi giovani. Luoghi dove scatenarsi a ritmo di musica tra ballerini, modelli e tanta belle e stravagante gente. Tante anche le feste a tema, con serate dedicate al rave, al glow party e al tropical night e capaci di richiamare migliaia di giovani.
Trovare una sistemazione a Ibiza non è affatto difficile perché le strutture ricettive sono davvero tante. E’ possibile pernottare in appartamenti e case confortevoli senza necessariamente spendere una fortuna. Numerosi i complessi di appartamenti dove trascorrere una bella vacanza: a qualche centinaia di metri dalla spiaggia potrete prenotare appartamenti a Playa d’en Bossa, ad esempio, è possibile trovare appartamenti molto confortevoli. Discorso simile per gli appartamenti situati nei pressi della spiaggia di Figueretes, tanti dotati di balconi con vista mare, luminosi e climatizzati.
Oggi con l’aiuto del web, un po’ di pazienza e un minimo di dimestichezza con il PC è facile trovare ottime soluzioni per prenotare un last minute online e abbattere notevolmente i costi. Un’operazione semplice, veloce e sicura grazie alle tante offerte presenti in internet e che si possono facilmente comparare. Una volta scelto un buon numero di preventivi non sarà difficile scegliere quello più adatto alle proprie esigenze e chiaramente più conveniente.

Un weekend invernale a Forio

Chi ha detto che le isole o le località di mare sono adatte solo nel periodo estivo, che il mare e il sole sono sinonimo di caldo, spiaggia e tanta abbronzatura, e invece, le città e i paesini marittimi sono perfetti anche in inverno, dove si può respirare un’aria nuova e più pulita, il vento frizzantino da quel che di romantico nello stare seduti su una panchina sul lungomare ad ammirare quel tramonto che non ha nulla di cui invidiare ad un tramonto caldo, estivo. E allora perché non partire per un weekend a Forio, abbandonare per qualche giorno la routine quotidiana e immergersi completamente nel bellissimo comune dell’isola di Ischia, dove storia e leggenda la fanno da padrone, infatti, non si sa la vera origine del nome del paese, ma alcuni ritengono che derivi dal termine “fiorio”, ovvero che fiorì dopo la distruzione di tutti gli altri casali, altri invece, affermano che derivi dal greco, “fertile” o “villaggio”, ma la leggenda più comune è quella raccontata dal D’Ascia, dove un castellano del Castello Aragonese, stanco di vivere nel castello con milioni di persone, disse “Fuori io!”, e se ne andò dall’altra parte dell’isola e fondò l’attuale comune di Forio.

Lungo la costa sorgono molte vecchie torri di avvistamento e la più famosa è il Torrione a Forio d’Ischia, Forio è uno dei pochi posti al mondo dove, prima del tramonto si può ammirare lo straordinario fenomeno del raggio verde, ovvero un fenomeno ottico visibile principalmente durante la stagione estiva, dove il sole al tramonto, un attimo prima di scomparire sotto l’orizzonte, crea un sottile strato luminoso della tonalità verde-azzurra e che dura pochissimi secondi. Un fenomeno veramente spettacolare e che è assolutamente vietato perderselo se si approda sull’isola anche solo per un giorno.Essendo un comune di un’isola, ha delle spiagge incantevoli, e le più famose sono la spiaggia di San Francesco di Paola, Chiaia e poi ci sono la spiaggia di Citara con il famoso parco termale dei Giardini Poseidon e quella più spettacolare di tutte è la baia di Sorgeto con le sue vasche naturali di acqua calda create tra gli scogli vulcanici.
Unico il Museo-Giardino di Lady Walton o comunemente conosciuto come La Mortella, un giardino creato dal Susana Walton, moglie del compositore inglese William Walton, l’origine di questo nome è dato dal termine napoletano “Mortella” che sta ad indicare il mirto divino, pianta molto comune sull’isola e che ha la capacità di crescere anche tra le rocce della collina, ed ha  anche un importanza mitologica greco-romana, che stanno a rappresentare la bellezza, la verginità, l’amore e la fortuna. Ma oltre al mirto sono presenti piante provenienti da tutto il mondo, un luogo unico e impossibile da non visitare.

Un’ isola d’inverno: la Corsica

Si avvicinano le festività natalizie, tempo per stare in famiglia, tempo di compere, tempo di grandi mangiate ma anche tempo di ferie.
Chi può ritagliarsi un periodo di ferie, ha la fortuna di poter organizzare un bel viaggetto,per godersi un pò di relax e per ricaricare le pile della mente, il periodo ideale è proprio quello natalizio.

Cosa preferite per un viaggio a Capodanno o a Natale, mare o montagna?
Per una sola settimana di ferie, consiglierei di scegliere una meta non lontanissima, l’europa si presta per entrambe le direzioni.

Le mete per una vancanza al mare sono tantissime in europa, la costa della Francia, la Spagna, la Corsica la Sicilia, la Sardegna.Chi ama il mare d’inverno può scegliere la Corsica,e godere della bellezza dell’isola in questo periodo dell’anno molto suggestivo. Il turismo d’inverno è in forte crescita, le persone che preferiscono fare le ferie d’inverno in località balneari sono tante, si apprezzano meglio città e paesaggi che in altri periodi dell’anno sono iper-affollati.

Se volete godere delle città più belle della Corsica senza troppo affollamento, se volete godere dei profumi della natura, della tranquillità, del clima mite, della bellezza del mare d’inverno, allora la Corsica è la meta che fa per te. Puoi raggiungerla con un volo o con un viaggio in traghetto con Meridionale, la compagnia che fa la tratta verso la Corsica.

Cosa fare in questo periodo?

#1 Programmare un percorso turistico per visitare le città dell’isola quali: Bastia, Ajaccio.

#2 assaggiare le delizie culinarie invernali dell’isola

#3 apprezzarne la bellezza e il clima natalizio e religioso che si respira nell’isola.

Pronti a prenotare il viaggio?