Archivi autore: AdminMuseoSal

Come riscaldare la propria abitazione

L’inverno è alle porte, la stagione fredda è arrivata e, soprattutto adesso che siamo tutti a rischio perché potremmo ammalarci, avere una casa calda è necessario.

Non possiamo vivere in una abitazione dove soffriamo il freddo, non possiamo permettere che ci vengano la febbre o il raffreddore, siamo tutti purtroppo a rischio Covid 19 o anche a rischio influenza di stagione.

Ma dove si possono acquistare, velocemente ed a prezzi convenienti, degli strumenti utili a riscaldare la propria abitazione?

Basta andare sul sito Idroclic.it nella sezione dedicata al Riscaldamento.

Il sito Idroclic.it presenta una varia gamma di prodotti, dedicati al riscaldamento, tra cui poter scegliere: scaldabagno, caldaie, radiatori, termoarredo, e tutti gli accessori utili alla loro manutenzione in caso di bisogno.

Negli ultimi anni, in molte abitazioni, si è diffuso l’utilizzo dei termoarredo.

I motivi per cui si predilige la scelta del termoarredo sono molti, proviamo ad elencarne alcuni:

  • Sono molto sottili e, quindi, facili da installare in ogni stanza
  • Non occupano spazio, sono piatti ed alti nella maggior parte dei casi
  • Funzionano con la corrente elettrica quindi si può decidere autonomamente quando accenderli e, quindi, si è in grado di regolarsi sui consumi
  • Sono caratterizzati da un design moderno e bello

Molte persone, che abitano in alcuni palazzi, lamentano il fatto di avere il riscaldamento centralizzato, anziché quello autonomo.

Il riscaldamento centralizzato, infatti, porta con sé una serie di problematiche:

  • I termosifoni vengono accesi in orari stabiliti e molto spesso, questi orari, coincidono con gli orari di lavoro di alcune persone che, di fatto, quando rientrano nella propria abitazione, dopo aver lavorato, trovano i termosifoni spenti e, quindi, non usufruiscono realmente del riscaldamento
  • Il riscaldamento centralizzato, proprio perché accesso ogni giorno in orari stabiliti, ha un costo che si può definire ‘fisso’, perché ognuno deve pagare una quota annuale (il consumo, infatti, viene diviso per il numero di appartamenti presenti nel palazzo)

Quindi, non si può scegliere né quanto e né quando utilizzare il riscaldamento a casa propria.

Ovviamente, anche se tu hai acquistato un appartamento all’interno di un palazzo in cui c’è il riscaldamento centralizzato puoi liberarti di questa noia. Come? Dovrai, certamente, contattare l’amministratore della struttura e chiedere che non venga più fornito il riscaldamento alla tua abitazione.

Sicuramente, bisognerà fare dei lavori all’interno della tua abitazione e, visti i feedback positivi di coloro che lo hanno già fatto, il nostro consiglio è quello di far rimuovere fisicamente tutti i termosifoni presenti nel tuo appartamento e rimpiazzarli con vari termoarredo.

Grazie ai termoarredo, che funzionano tramite la corrente elettrica, potrai gestire meglio i consumi all’interno della tua stessa casa.

Cosa aspetti?

Basta con i termosifoni vecchi ed antichi!

Rinnova la tua casa con i termoarredo: belli da vedere, funzionali e moderni.

Tantissimi prodotti natalizi

Il Natale si avvicina, finalmente, e bisogna prepararsi al meglio per questa importante festività… quest’anno soprattutto!

A causa del lockdown gli spostamenti, soprattutto quelli non dettati da stati di necessità, dovrebbero essere limitati; quindi, per poter fare shopping in maniera comoda e senza avere il tempo contato, oppure fare lunghe file davanti ai negozi, o ancor peggio rischiare assembramenti nei negozi, la scelta migliore si rivela lo shopping online.

Se vuoi acquistare tantissimi e bellissimi oggetti natalizi per la tua casa clicca qui, e scatena la tua irrefrenabile voglia di shopping sullo store online di Pescatore Home & Living.

Pescatore Home & Living ha oggetti perfetti per tutta la famiglia e tante, anzi tantissime, idee regalo per i nostri cari.

Gli accessori ed i soprammobili per il Natale 2020 di Pescatore Home & Living ti lasceranno davvero a bocca aperta: sullo shop online potrai trovare dei meravigliosi pupazzi dello Schiaccianoci, addirittura in due versioni differenti; troverai gnomi di tutte le forme, le dimensioni, i prezzi ed i colori; ci sono anche tante renne di Babbo Natale, sia dalle dimensioni più ridotte che dalle misure più grandi; non mancano, ovviamente, le varie tipologie di Babbi Natale, perfetti per far sognare grandi e piccini; infine, i dolci e romantici angioletti non possono proprio essere assenti.

Pescatore Home & Living non si limita solo ai soprammobili, ma ci tiene a rendere natalizia anche la camera da letto; è possibile, infatti, trovare lenzuola, copripiumino e coperte tutte esclusivamente in tema natalizio.

Ma non solo, i plaid natalizi da utilizzare quando si sta comodi e rilassati sul divano sono caratterizzati da diverse, ma tutte ugualmente belle, fantasie con il tema del Natale.

Anche i più piccoli, soprattutto se si tratta del loro primo Natale, devono essere vestiti a festa; così, sullo shop online di Pescatore Home & Living potrai trovare tutine rosse, bavaglini e cappelli esclusivamente caratterizzati da fantasie legate alle feste.

Non bisogna dimenticare la stanza da bagno: al suo interno si possono inserire asciugamani e accappatoi di colore rosso.

L’elemento simbolo delle feste di Natale, ovviamente dopo l’albero di Natale ed il presepe, è certamente la tavola delle feste.

Come fare per rendere la tua tavola di Natale speciale?

È semplice, devi scegliere una tovaglia elegante ma in tema.

Sullo shop online di Pescatore Home & Living c’è un’ampia scelta di tovaglie: si può effettuare una scelta in base al brand, oppure in base all’utilizzo che se ne fa, o addirittura in base al prezzo.

Su Pescatore Home & Living ci sono persino le tovaglie antimacchia che, appunto, non assorbono i liquidi che cadono sopra di esse, così da essere sempre perfette e pronte all’uso.

Ovviamente sono presenti anche tovaglie più eleganti e pregiate firmate Blumarine, talmente belle da lasciare gli ospiti a bocca aperta.

Per rendere la tavola delle feste ancora più particolare puoi scegliere di caratterizzarla con un centrotavola oppure con un runner: accessori in grado di impreziosire anche la tavola più semplice.

Un tocco natalizio va dato anche alla cucina, e sarà molto semplice farlo grazie agli strofinacci in tema natalizio.

Cosa aspetti?

Inizia ad addobbare ed a rendere natalizia tutta la tua casa!

Tutto che devi sapere sul whisky

l whisky è una famosa acquavite che nasce in Irlanda dalla distillazione di mosto di malto, orzo, segale o frumento, una volta avvenuta la prima distillazione il whisky è sottoposto ad un secondo processo di  distillazione; dopodichè viene lasciato ad affinare in botte e infine il whisky è pronto per essere imbottigliato. I principali paesi produttori di whisky sono Irlanda, Scozia, Stati Uniti, Canada, Giappone e si stanno affacciando a questa produzione anche Australia e Nuova Zelanda. Per produrre un ottimo whisky sono tre le cose essenziali: le coste sulle quali si pone la distilleria, le fonti d’acqua dal quale il produttore attinge e i cereali che devono essere di prima scelta.

Ma sono molte cose da sapere su questo distillato, per gustarti al meglio un bicchiere di whisky,soprattutto gustare il whisky migliore per te.

Whisky o whiskey?

Partiamo subito col dire che whisky e shiskey sono due cose diverse.

Il whisky è solo quello scozzese, il resto del mondo produce whiskey. Anche i giapponesi usano la parola whisky, la loro produzione è nata come emulazione di quella scozzese, si decise di iniziare a produrre whisky quando ci si rese conto che alcuni territori del Giappone erano molto simili a quelli della Scozia, sia per conformazione che per le fonti. La principale differenza tra whisky e whiskey sta nel numero di distillazioni: il whiskey viene distillato tre volte, mentre il whisky prodotto in Scozia (Canada e Giappone) viene distillato solo due e viene usato solo malto d’orzo.

Whisky e ghiaccio

C’è un grande dibattito in atto tra chi è a favore dell’aggiunta di ghiaccio nel whisky e i veri puristi che si battano con tutte le loro forze a questa aggiunta, che a loro dire interrompe il sapore del drink. Ma la maggior parte dei distillatori sono d’accordo su una cosa: che se proprio si voglia aggiungere del ghiaccio questo deve essere puro, trasparente e grosso in modo che si sciolga il meno in fretta possibile.

Come conservare il whisky

È un distillato duro che non si rovina facilmente. Nonostante questo ha bisogno di alcune attenzioni: non va mai esposto alla luce del sole e mai messo in prossimità di fonti di calore. Ad ogni modo una bottiglia di whisky può essere conservata per un periodo molto lungo anche se aperta, purché sia sigillata correttamente dopo l’apertura.

L’ influisce dell’acqua sul whisky

Non a caso la fonte da cui si attinge l’acqua per la produzione di questo distillato è annoverata tra le sole tre caratteristiche che contano davvero nel processo di distillazione del whisky. La fonte d’acqua da cui il distillatore si rifornisce è essenziale, perché l’acqua ha un impatto decisivo sul sapore finale del whisky. Si preferisce sempre una fonte che dia acqua natura, contenente poco ferro ma ricca di minerali.

La nascita del whisky

Il whisky può essere ottenuto da qualsiasi tipo di grano. Tradizionalmente è fatto con mais, segale e orzo, ma puoi essere effettivamente usato qualsiasi tipo di grano. Per il suo invecchiamento viene tenuto in barrique per diversi anni. Secondo alcuni produttori le barrique non devono mai essere nuove. Per il lungo invecchiamento di cui ha bisogno un buon whisky al momento sono milioni i barili di whisky conservati in tutto il mondo.